sabato 15 ottobre 2011

Ilarità!

Dal momento in cui ho iniziato ad avere rapporti con la Svezia, mi sono resa conto di quanto sia difficile per gli svedesi scrivere correttamente il mio nome. La versione più diffusa in assoluto è Illaria (con due "l") seguita da Iliara (anagramma) e Illiara (combinazione delle due precedenti). Qualche settimana fa ho sentito un consulente svedese chiedere al collega danese: "How do you spell 'Ilaria'?" (Come si scrive 'Ilaria'?). L'altro, evidentemente in difficoltà, ha risposto: "I think it starts with 'E', then 2 'L'...". A quel punto sono intervenuta!

Dopo qualche mese passato qui in Svezia, però, ho capito che è sufficiente che io pronunci il mio nome come "Ilooo-ria" e magicamente lo trovo scritto giusto!

Con il mio cognome è un po' più dura, ma comunque in ambito lavorativo in Svezia si usa molto più il nome proprio che il cognome. E come in tutti i paesi anglosassoni, i dottori sono solo i medici e non ci sono ing., rag., dott., prof. ecc. ecc.

Tornando allo spelling del mio cognome: anche in Italia ho spesso trovato "Cicuttin" scritto nei modi più disparati, ma una cosa del genere supera qualsiasi fantasia: guardate la scritta sottolineata! Proprio stavolta che il nome era scritto giusto!


8 commenti:

  1. Ero a Manchester, all'aeroporto, con un collega che di cognome fa Infanti. Doveva venirci a prendere una persona, così uscendo dal terminal ci guardiamo attorno e vediamo numerose persone con cartelli con su scritto il cognome di chi stavano aspettando; nessuno corrispondeva così siamo rimasti ad aspettare per almeno un quardo d'ora. Alla fine quello che aspettava noi sul cartello aveva scrittp "Santi & Kpocko".

    RispondiElimina
  2. ossignurut benedet!! ahaha Tutto bene??Una piccola curiosità, oltre al fatto di chiamarti per nome al lavoro etc...presumo anche il tuo "capo" lo faccia, lì, gli "dai del lei" oppure anche in Svezia come in Danimarca è decaduta la "forma di cortesia"??
    Ps.E' inoltre vero che al telefono sia fisso che mobile si usa rispondere non con Hallo, o similari bensì col Nome Proprio di risponde al momento? mandi

    RispondiElimina
  3. In Russia, invece, scambiano il mio (nostro) cognome per russo, e non lo sbagliano MAI.
    E poi, anche qui ti chiamano per nome, anche se non ti hanno mai visto prima. MOOOLTO piu' semplice che correre dietro ai titoli...

    RispondiElimina
  4. E' vero che in Svezia, come nella maggior parte dei paesi anglosassoni, non si usano nè i titoli nè i cognomi. Questo semplifica molto le cose, concordo con mio fratello! Inoltre si riduce enormemente il rischio di gaffes!! Penso che l'uso massiccio dei titoli sia rimasto solo in Italia, ormai, ma magari scomparirà assieme al Cavaliere!

    RispondiElimina
  5. opps.Rivedo ora la foto.....Dyiciautin??Eh pensavo ti riferissi al "badge"...La BUSTA...mi era finita in "secondo piano"!!.

    RispondiElimina
  6. ah, ah, ah, hai visto come hanno scritto il tuo cognome sul greenfvg???... C'è una certa allergia nei confronti di Cicuttin!!

    RispondiElimina
  7. Il mio nome lo scrivono in tutti i modi tranne quello giusto: Julia, Guilia, Gullia e diverse vecchiette che ho avuto come pazienti erano *assolutamente* certe che mi chiamassi... Gunilla!

    RispondiElimina
  8. L'uso massiccio dei titoli va ancora di moda anche in Austria. Ricordo colleghi tedeschi prendere in giro gli austriaci perché in parlamento si rivolgono a un altro membro con "Herr Magister Minister X". :)
    I nomi invece sono sempre un casino quando sei all'estero, in qualsiasi paese, pure se pensi di avere un nome semplice. Mio marito che si chiama Gabriele diventa regolarmente Gabrielle o Gabriella addirittura... :) (pure in Ungheria!)

    RispondiElimina