martedì 13 dicembre 2011

Santa Lucia

Quale occasione migliore per rifarsi vivi dopo un lungo silenzio potevamo trovare se non S. Lucia?
Dovete sapere che qui il 13 dicembre è una data molto attesa, pur non celebrando i santi in quanto protestanti infatti oltre un secolo fa gli svedesi hanno importato (dalla Germania se ricordo bene) il culto per la santa siracusana e lo hanno "condito" con dei riti nordici...
In poche parole le ragazze vengono vestite con vestaglie bianche e candele in testa e vanno in giro a portare la luce e rallegrare la Svezia con canti e dolcetti.
Dall'alba si formano processioni guidate dalla Lucia di turno (spesso viene istituito una sarta di concorso di bellezza per trovare la più bella della scuola o del paese o della regione, fino ad arrivare all'intera Svezia) con candele in testa e fascia rossa seguita da altre ragazze (rigorosamente in vestaglia anche loro ma con candela in mano) e a chiudere dei ragazzi-stella (stjarnagosse).
La melodia più gettonata è "Sul mare luccica" con testo in Svedese (ne esistono molte versioni), a ci sono un disastro di altre canzoni sul tema del buio e la luce e Lucia che ci salva dalle tenebre e dal freddo (comprensibile visto il buione che c'è in questi giorni!).
Lo spirito di Lucia (pronunciato luusía) travolge tutto e tutti, così dopo settimane di preparativi oggi c'erano processioni dappertutto; noi ne abbiamo viste tre: la prima alla Skönberga - la scuola di Francesco -  dove i ragazzi e le ragazze di quarta hanno cantato e recitato poesie per venti minuti senza nemmeno una maestra a dirigerli, mentre la palestra era piena di bambini e ragazzi in estasi.
La seconda nel primo pomeriggio in azienda (ci hanno detto che lo fanno dappertutto), mentre noi ascoltavamo assieme a tutti i colleghi (per poter assistere tutti hanno organizzato tre turni, due per gli operai ed uno per gli impiegati.
Questa volta toccava alle allieve della scuola di musica dirette da un loro professore (dalla cravatta fantastica che purtroppo non sono riuscito ad immortalare).
Dulcis in fundo, verso sera era la volta dei bimbi del Musikanten, mitici come al solito!
Bianca si è imparata tutte le canzoncine e ce le canta (con le mani giunte e in perfetto svedese) da una settimana.
Da questa tradizione sono nati il verbo "lussa" che vuol dire più o meno "fare la processione di S. Lucia", e l'immancabile dolcetto a tema che in questo caso si chiama lussekatter e sa di risotto alla milanese.
Un augurio a tutte le "Lucia" in ascolto e un saluto speciale a chi come me si è laureato in matematica il 13 dicembre...
PS: Da buoni emigranti ci siamo portati dietro anche la nostra tradizione di S.Lucia così - grazie all'iscrizione all'Albo degli Italiani Residenti all'Estero anche quassù ci sono arrivati dei regalini (in cambio di un po' di fieno ed un pappone per l'asinello suggeritoci dall'amico Claudio)

3 commenti:

  1. Bentornati!!
    voglio assolutamente il "sul mare luccica l'astro d'argentoooo" in svedese!!! si puo attaccare un file audio in questi blog?? confesso la mia totale ignoranza in materia informatica!!
    Mandiiiiii!
    stef

    RispondiElimina
  2. Ci si rilegge finalmente!! "Sul mare luccica" på svenska yeah!! fantastisk!! ladda up det.Su sto bel blog non starebbe male anche qualche filmato o file audio....mi permetto di riscriverlo, magari una miniguida per coloro che si trasferiscono (come fare per..., lingua etc..)
    Dopo questa divagazione, ricordandomi anche di non aver ancora trovato il tempo per sentirci via skype ti saluto....si sintin pai augurios
    Mandi dal Friul

    RispondiElimina
  3. ... per filmati & audio non credo sia possibile direttamente con Blogger, ma se volete vi mando Bianca a casa per una replica dal vivo; mentre il blog di cui parla Andrea esiste già e lo gestiscono gli amici Silvia e Gabriele (http://onewaytosweden.blogspot.com/) consigliatissssssssssimo!

    RispondiElimina